Terapia Cognitivo Comportamentale: caratteristiche

Caratteristiche terapia cognitivo comportamentale
         

Terapia Cognitivo Comportamentale

Cos'è e a cosa serve

Caratteristiche

 

 

 

Modulo richiesta informazioni sul centro di psicoterapia

 

La Terapia Cognitivo Comportamentale è fondata sull’integrazione la combinazione di due psicoterapie di grande efficacia:

terapia Cognitiva

che aiuta ad individuare schemi, modalità di ragionamento, pensieri che sono in stretta relazione con comportamenti disfunzionali, emozioni negative ed esperienze di forte disagio, per integrarli, riorganizzarli, correggerli al fine di renderli più adeguati, più funzionali al benessere psicologico della persona;

terapia Comportamentale

che aiuta a riconoscere i comportamenti legati ad esperienze di disagio, difficoltà, emozioni negative, allo scopo di rielaborarli, modificarli, grazie all’apprendimento di nuove modalità di azione, affinché essi diventino più funzionali al benessere e alla qualità della vita della persona.

La Terapia Cognitivo Comportamentale è:

a breve-medio termine - La durata della terapia può variare solitamente da alcune settimane (psicoterapia breve) ad un anno a seconda della gravità e della tipologia dei disturbi psicologici, e in qualche particolare caso può durare anche più di un anno. Sono previsti, dopo la fine della terapia, degli incontri di follow-up, in cui con una cadenza prestabilita via via  diluita nel tempo (da alcune settimane ad un anno) si valutano insieme al paziente gli esiti della Psicoterapia ed il percorso post-psicoterapia. Lo psicoterapeuta rimane comunque a disposizione nel caso si dovessero presentare problemi o dovessero emergere nuove difficoltà;

centrata sul presente - la Psicoterapia cognitivo comportamentale non considera il passato, come succede in altre forme di psicoterapia, l'aspetto più importante da considerare nell'indagine delle cause del disagio psicologico attuale. Le esperienze, i racconti, le descrizioni di ciò che è accaduto nel passato sono importanti per capire come si sono sviluppati e strutturati nel tempo i problemi attuali, ma non costituiscono l'elemento fondamentale su cui basare l'intervento e il trattamento terapeutico. Le cause del disagio psicologico, dei problemi e delle difficoltà del paziente sono, per la psicoterapia cognitivo comportamentale, da rintracciare nel qui ed ora, nel presente e nel come l'attualità dei problemi viene rappresentata a livello cognitivo, comportamentale ed emozionale nel futuro. L'obiettivo primario è aiutare il paziente a raggiungere il benessere psicologico liberandolo dai problemi e dal disagio vissuti finora attraverso la sua fattiva collaborazione.

attiva e collaborativala psicoterapia cognitivo comportamentale richiede una reciproca collaborazione tra paziente e psicoterapeuta. Entrambi hanno un ruolo attivo nei processi psicologici educativi e di apprendimento che si sviluppano durante il percorso psicoterapeutico. Un’importanza fondamentale rivestono le indicazioni e le prescrizioni comportamentali relative all’introduzione di nuove strategie d’azione e cognitive tese alla soluzione dei problemi del paziente. Questo non significa che il paziente non partecipa attivamente alle decisioni prese dallo psicoterapeuta, ma anzi, queste sono il frutto di un’ attenzione comune alla definizione e ridefinizione degli obiettivi terapeutici, sulla base di una continua informazione sulle caratteristiche e le specificità dell’intervento programmato;

diretta allo scopo – la psicoterapia cognitivo-comportamentale è diretta allo scopo. Dopo la prima fase relativa alla valutazione dei problemi e alla formulazione di una diagnosi, vengono individuati in modo collaborativo con il paziente, gli interventi e gli obiettivi più adeguati a risolvere i suoi problemi, controllando e verificando periodicamente i miglioramenti ottenuti;

fondata scientificamente – Migliaia di ricerche basate su studi rigorosi hanno dimostrato che la psicoterapia cognitiva e comportamentale è efficace nel trattamento e nella cura della maggior parte dei disturbi psicologici quali ad esempio ansia, depressione, attacchi di panico e fobie. Inoltre è stato provato che la percentuale di ricadute è minore rispetto al trattamento farmacologico.

 

 

 

 
 

 

Istituto Skinner - Via Nazionale 163 - 00184 - Roma - Tel. 06 4828136 - 06 4828171 - Fax 06 4880867

 

mailbox@istituto-skinner.it





 © 2015 Istituto Skinner - Direttore: Prof. Antonino Tamburello - Psichiatra Psicoterapeuta, Roma
Terapia Cognitivo Comportamentale